Archivio per febbraio 15, 2012

Idea di Andrea Marchesi e Christian Sarno

Testi di Andrea Marchesi

Parlare di educazione al maschile, parlarne in un convegno intitolato ” uomini in educazione”, parlarne solo il 14 marzo?  Perchè sprecare un’occasione così interessante, rara e preziosa limitandosi a parlarne in una sola giornata?

Abbiamo pensato che a queste domande dovevamo e potevamo rispondere aprendo qui , in un blog, uno spazio di riflessione ulteriore. Uno spazio che permettesse di ragionare, liberamente , anche in forma anonima e che permettesse di condividere pensieri e riflessioni intorno all’educazione al maschile. 

Faremo tre post, con brevi riflessioni e alcune domande. Il primo è questo. Il secondo sarà pubblicato venerdì 24 febbraio per chiudere con un post il 5 marzo.

Qui ci vuole il maschio !

Non si tratta dell’esclamazione di un elettricista, né dell’esortazione di un allevatore, tanto meno di questioni ancora più triviali. E’ l’ingiunzione che convoca l’educatore maschio, pronunciata da assistenti sociali, psicologi, pedagogisti, coordinatori, educatori. Ci vuole il maschio perché c’è un utente da contenere fisicamente, perché quel bambino non ha il padre e vive con una madre particolarmente protettiva, perché il gruppo di adolescenti è composto prevalentemente da maschi, perché quel genitore, di religione musulmana ha qualche problema nel riconoscere l’autorità incarnata da una figura femminile. Gli esempi potrebbero essere innumerevoli. Ma che cosa ci si aspetta dalla presenza di una figura educativa maschile ? Quali aspettative si addensano ? E quale idea di maschile viene messa in gioco ?

La locandina del convegno: uomini_in_educazione

Annunci