Archivio per settembre, 2012

Posto un simpatico siparietto sul nostro Zeman, tutto da leggere: ecco l’articolo

Pensa se devo tifare per uno che è venuto a San Siro a darci 3 pere.

Christian S.

Annunci

Agosto 2012. In un centro commerciale.

Mamma: guarda che bella questa cartella, ti piace?

Bambina (6 anni) : si bella, ma è da femmina.

Mamma: e quindi?

Bambina: …io non la voglio, ne voglio una da maschio.

Padre: … ma chi l’ha detto che è da femmina?

Bambina: ma non lo vedi che è rosa?

Padre: perché il rosa è il colore delle femmine, da quando le femmine se lo sono comprato?

Bambina: no, ma io voglio una cartella diversa.

Mamma: questa verde ti piace ? ( identica nello stile alla cartella rosa)

Bambina: bellissima, prendiamo questa.

Ci sono alcune cose, in questo scambio, che mi colpiscono, da una parte sembra di essere difronte ad una bambina libera, a cui viene permesso di prendere la cartella che vuole, dall’altra questo scambio pare comunque il segno di un condizionamento culturale forte.

  • La bambina prende la cartella verde, solo per non prendere quella rosa o perchè le piace veramente?.
  • Rifiuta di prendere la cartella rosa perchè è abituata a sentire dire che il rosa è per le femmine e lei non vuole stare dentro questa categorizzazione?.

Vista da questa angolatura parrebbe una scelta reattiva, segno di un carattere forte e deciso, ma sempre una reazione di opposizione a ciò che la cultura vorrebbe per lei. ( il rosa per le femmine e l’azzurro per i maschi). La bambina si ribella, decide di stare fuori dagli schemi e in questo senso è libera.

La questione che rimane aperta è che probabilmente ha scelto la cartella per reagire ad uno stereotipo e non per rispondere ad un suo desiderio.

  • Come facciamo a garantire ai nostri figli la possibilità di essere liberi nelle scelta? Forse anche accettando che la loro scelta non ci piaccia un granché. Ma quanto è difficile accettare che scelgano una cosa che non ci piace?
Forse, per permettere ai nostri figli di scegliere veramente ciò che desiderano, dobbiamo lavorare per alleggerire (dove possibile) le rigide catogorie che tanto spesso ci rassicurano.
 
Ho già affrontato questo argomento in un’altro post (eccolo).
 
Domani inizia la scuola, buon lavoro a tutti.
Christian S.
 
 
Oggi è l’11 settembre.

Festeggio con grande gioia la vittoria di Oscar Pistorius sui 400 metri.

La vittoria di Oscar…l’articolo

Il post sulla rosicata…il post

Il primo post…l’inizio

Guardando le Para Olimpiadi ho imparato molto, molto di più di quanto mi sarei mai aspettato.

Quindi, in questa olimpiadi, ho vinto anche io…

Christian. S

ecco la rosicata….qui

Christian S.

Due interviste del 2009 ad Igor Salomone. Autore di “Con occhi di padre” (il libro). Consulente Pedagogico e Co-Titolare dello Studio Dedalo di Milano.

Ad Igor Salomone e Rosa Ronzio (fondatori 25 anni fa dello Studio Dedalo, studio di prassi pedagogica), devo molto, se non li avessi incontrati qualche anno fa, oggi, molto probabilmente, farei altro.

Ho trovato, dentro le due interviste, ottimi spunti di riflessione, quindi credo valga la pena ascoltarle o per chi le ha già sentite, ri-ascoltarle.

Buon ascolto.

Christian S.